Soluzioni per l'Additive Manufacturing

Gas e apparecchiature per il mercato dell'Additive Manufacturing

Gas utilizzati
Il processo PBF utilizza comunemente l'azoto con materiali come l'acciaio inossidabile o l'argon per altri tipi di materiali.
Possiamo aiutare i clienti a trovare la miscela più performante per il loro processo DED o PBF. Un'altra soluzione è l'elio, che viene utilizzato nel processo di EBM.
Il processo FDM invece, prevede l'utilizzo di azoto, argon e piccole percentuali di idrogeno in argon,  nella fase di post processo di sinterizzazione dei metalli.
Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci.
Argon per Additive Manufacturing
Grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche, è il gas più utilizzato per tutti i processi di Additive Manufacturing, soprattutto per quei materiali che sono particolarmente reattivi all'ossigeno o ad altri componenti dell'aria.
Azoto per Additive Manufacturing
In condizioni normali l'azoto è un gas inerte, ma ad alte temperature può reagire con alcuni materiali utilizzati anche nella stampa 3D.
L'uso di azoto in questo processo è indicato per le polveri di acciaio austenitiche.
Elio per Additive Manufacturing
L'elio è un gas assolutamente inerte e molto leggero. Le sue caratteristiche chimico-fisiche lo rendono ideale sia per i processi di stampa PBF che DED 3D, ma è molto raro e costoso, per cui viene utilizzato principalmente nei processi EBM, dato il loro basso consumo di gas. Nei processi DED viene spesso utilizzato in miscela con altri gas.
Sanarc® H3
Sanarc® H3 è il prodotto dedicato al processo FDM, che richiede un trattamento termico di sinterizzazione in un forno come post-processo. In questo post-processo viene utilizzato Sanarc® H3.
Hai bisogno della consulenza di un nostro esperto?
Un consulente sarà a tua disposizione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze!